mercoledì 19 novembre 2008

Non avere più vent'anni non ha prezzo

video

La pubblicità immagina i giovani.

Il bellissimo spot di Mastercard ci fa pensare e sognare una visione alternativa:

ci sono cose che non si possono comprare e avere vent'anni non ha prezzo.........

18 commenti:

  1. Chi scrive è un uomo di 50 anni ,secondo mè l'unica cosa che non si può comprare e l'esperienza "che si acquista con l'età" io credo che una persona che abbia vissuto la vita non abbia rimpianti se invecchia "come non ne ho io" ogni età porta con sè un bagaglio di novità e di nuove esperienze quindi viva la vecchiaia
    Certo che se si potesse tornare a 20 anni con l'esperienza di adesso
    un pensierino magari lo farei

    RispondiElimina
  2. Giusto il tuo punto di vista.

    Spiego il mio: la pubblicità presenta l'immagine di una giovane senza quasi nulla,la casa spoglia, la bottiglia del latte come vaso di fiori,il mezzo limone nel frigorifero, pochi soldi. Vent'anni dovrebbe essere l'età in cui c'è spazio per la speranza, i sogni e il futuro, ed ho percepito la mancanza dell'aggancio a questa concetto.
    Forse il post era troppo sintetico.
    Per il resto, pienamente d'accordo che essere giovani significa anche non avere il bagaglio di conoscenze che ti fai con il tempo, ma se dovessi scegliere cosa tenere, come al gioco della torre........

    RispondiElimina
  3. Se devo buttare qualcosa dalla torre butterei la ragazza della pubblicità ; la sorella arriva dopo avere preso l'areo ,comprato dei fiori e lei continua a telefonare mà
    Ha ragione lo spot
    in una cosa sola non avere
    più vent'anni non ha prezzo
    perchè mi tengo la mia età

    RispondiElimina
  4. ma questa e' la mia vita!!!!!!
    ho 37 anni e una sorella di 17 ... e' esattamente come descritto nello spot :-) ... potevano contattare noi due per girare lo spot, siamo belle, in target e totalmente reali!

    RispondiElimina
  5. @Claudio
    Il tuo commento fotografa una caratteristica di chi è giovane, una buona dose di egoismo e di noncuranza rispetto agli sforzi delle persone che li circondano...la ragazza che continua a telefonare ne è proprio l'esempio lampante
    grazie per il tuo commento

    RispondiElimina
  6. Io ho cinquant'anni e sono d'accordo con Claudio: era bellissimo avere vent'anni però personalmente mi sento meglio adesso, con tutto il mio bagaglio di vita vissuta, esperienze, gioie e dolori che mi hano insegnato molto. A vent'anni si possiede solo quella che un tempo veniva chiamata "la bellezza dell'asino"...
    Anna58

    RispondiElimina
  7. @Anna
    Omnia tempus habent (Ogni cosa ha il suo tempo)e poi vuoi mettere il fascino e l'esperienza di noi 50enni :-)

    RispondiElimina
  8. @Anna
    mi piace molto il termine che hai usato "la bellezza dell'asino" (forse per chi è più giovane di noi ha meno significato).
    Se sai perchè è stato scelto proprio l'asino per definire la bellezza, scrivimelo.

    Vorrei dire che a vent'anni si possiede anche qualcosa che poi viene spesso cancellato dalle esperienze e dagli avvenimenti, sto parlando dei sogni.......
    ciao

    RispondiElimina
  9. @Carol
    e come te la cavi?
    Pensi anche tu che "ha ragione lo spot" ......come ha scritto Claudio, quando "lei continua a telefonare"
    ciao e grazie del commento

    RispondiElimina
  10. Mah, sui sogni non sono d'accordo: ovvio che a vent'anni se ne hanno di più perchè si sa di avere a disposizione più tempo per realizzarli, però è permesso sognare a qualsiasi età...
    Su perchè si dica "bellezza dell'asino" sinceramente non so dare spiegazioni, era un'espressione che usavano mia madre e altre donne della sua generazione: il senso comunque era che da giovani tutti sono "belli", persino animali come gli asini che tradizionalmente non sono mai stati molto considerati.
    Annamaria

    RispondiElimina
  11. @Claudio
    e sotto il cielo c'è un momento adatto per ogni cosa

    Un brano dell'Ecclesiaste è arrivato qui, grazie al tuo commento, è proprio vero che la comunicazione ha le sue sorprese.

    RispondiElimina
  12. Dunque dunque ... molte volte mi e' capitato di vivere il siparietto proposto nello spot tv, sotto forme diverse, ovviamente, ma il concetto e' quello.
    Ma le voglio troppo bene!!
    Ma e' bella anche per quello!!
    Lei con i suoi 17 anni mi da un po' della sua leggerezza di vivere e io con i miei 37 anni do a lei un po' della mia esperienza, questo e' il bello!
    Riuscire a trovare un punto d'incontro tra i due mondi, questa e' la sfida.
    Capirsi e volersi bene, senza troppo giudicare.
    E poi alla fine dello spot le due sorelle si abbracciano... :-)

    RispondiElimina
  13. Mi ha icuriosito il detto posttao da Anna cosi ho fatto una breve ricerca ecco il risultato

    La bellezza dell’asino definisce in modo scherzoso una bellezza snella e luminosa, dovuta però esclusivamente alla giovane età e destinata quindi a svanire presto.
    Cosa c’entri l’asino con la giovinezza pare abbia questa spiegazione; la frase originaria è sempre francese, La beauté de l’âge: la bellezza dell’età.
    Ma l’età francese (âge) è stata storpiata (quando, non si sa; come, probabilmente per un iniziale refuso scritto) in âne, che in italiano è l‘asino.

    RispondiElimina
  14. chiedo scusa per gli errori di battitura nel commento precedente, fatto di fretta nella pausa lavoro

    RispondiElimina
  15. @Claudio
    Conoscevo le due versioni, quello che mi domando circa la prima è perchè è stato scelto l'asino - animale utilizzato per rappresentare l'ignoranza - per simboleggiare la bellezza. Per gli errori di battitura, non ci facciamo caso......qualche votla catipa
    ciao

    RispondiElimina
  16. L'asino è stato scelto per un errore di trascrizione (âne) al posto di (âge)
    quindi asino al posto di età
    la versione corretta era "la bellezza dell'età"

    RispondiElimina
  17. @Claudio
    .....i francesi e gli italiani non si sono mai capiti bene.....

    RispondiElimina
  18. @Carol
    un punto di incontro tra due mondi..............non ha prezzo

    RispondiElimina